• Visita il mio sito!

  • Annunci

Le scuole


296259_260040700698807_163383260364552_657951_319082799_n

In alcune vie del buddhismo, i maestri insegnano metodi che in altre scuole non sono considerati. Per chi segue il Dharma, e ne discute, spesso si trova in contraddizioni con altri, così evidenti che si ha la chiara percezione che non ci si capisca. Se io dico che è necessario meditare in un certo modo, un altro mi dice che è sbagliato, e che il modo giusto è un altro. Possiamo raccogliere tantissimi metodi di meditazione nel buddhismo, e tutti sono efficaci ed utili. Il punto è di capire a quale scuola ci si vuole rifare. In questo caso, un principiante ha diverse difficoltà perché le scuole sono molte. Si può essere attratti da un maestro di tale scuola, e quindi lo si segue senza troppe domande, si apprendono metodi di pratica, ma poi ci si accorge che è troppo diversa dal nostro modo di essere e la si abbandona. I più caparbi vanno a scoprire le altre scuole, e state certi che in quel caso, il metodo che fa  per voi lo troverete. Altri invece rimangono ai margini di un buddhismo letto, ma mai pratico.  Quindi l’informazione, la capacità di capire cosa fa un scuola e cosa ne fa un’altra, è importante per capire da che parte andare. Tenete conto che le scuole hanno insegnamenti completi per quella scuola, e che ogni scuola, ha reso nei secoli, grandi confort,aggi. Che tutti poi siano Illuminati o meno, dipende da cosa noi stessi intendiamo con Illuminazione, perché ciò che è stata della loro realizzazione, non lo possiamo sapere. Quindi si parte nel ritenerle tutte efficaci. Inoltre, se ci avviciniamo ad una scuola e la sentiamo nostra, e ci sentiamo a nostro agio, possiamo liberarci in essa e procedere sulla nostra strada. Nel mio ‘il buddhismo per principianti’, spiego bene le scuole e cosa sono, così come sono spiegati i termini più diffusi che vengono utilizzati in generale nel buddhismo. La conoscenza di queste scuole può dare un grande aiuto per comprendere a quale scuola affiancarsi. Ma rimane sempre importante l’esperienza. Se in uno scuola non ottenete esperienze, se dopo un certo periodo di tempo che praticate non cominciare a sentire qualche cambiamento, allora è il caso di parlare con un maestro e se questo non aiuta, allora è il caso che accettiate anche la condizione di cambiare scuola. Spesso ci si innamora della ‘propria’ scuola perché si trovano amici, perché ci si sente in uno stato di confort, ma se non si ottengono risultati durante la meditazione, allora è probabile che quella scuola non faccia per voi. Cambiare non è tradire, ma accettare di aver commesso un errore. Non tutte le vie valgono per tutti, altrimenti il Buddha ne avrebbe dato una sola.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: