• Visita il mio sito!

  • Annunci

Politica



I nostri politici sono stressati. Anche se noi pensiamo che siano dei benestanti che godono dei nostri soldi, sono certo che stanno vivendo un periodo di fortissimo stress e che stanno molto male. Da qualche tempo sono senza tv, e per adesso non ho intenzione di riaverla, ma vedo su internet le loro facce tristi e ma decise a salvare la nostra bella Nazione. Ognuno di loro sa come fare, e ne sono così convinti che gli uni e gli altri si scontrano per dimostrare quale sia la ricetta migliore. Leggo che i dibattiti si sprecano, i giornali scrivono articoli, i saggi saggiano il terreno del futuro per valutare cosa sarà di loro. Già, è questa l’impressione che ne ricevo, appaiono tutti indaffarati a salvarsi da una catastrofe imminente. Sembrano così intenti a salvarci che per farlo sono disposti a rimanere lì dove sono per anni ed anni. Rivelano tutta la loro compassione per noi. Per aiutarli a risolvere i loro problemi, molti imprenditori ed operai si stanno suicidando. Ma loro non se ne accorgono, sono troppo impegnati a salvare la Nazione. I giornali raccontano di alcuni di questi disperati che giungono alla tragica conclusione che hanno fallito nella loro missione in terra, ma la maggior parte non fa notizia, perché non sono aziende ricche, ma solo povera gente che ha sempre lavorato, e che ora, grazie a loro, non hanno più la forza di continuare. Nelle zone interne, dove la gente ha vissuto sempre con dignità, non si sopporta l’idea di chiedere aiuto,ma si va in banca, dove ti sbattono la porta in  faccia senza alcuna pietà e senza valutare umanamente, quanto sarebbe utile aiutare una persona in difficoltà. Ma le banche non hanno un cuore. E gli ordini che piovono dall’alto non sono discutibili. Forse sarebbe il caso invece di discutere, sarebbe il caso di cominciare a ragionare in maniera diversa, sarebbe il caso di non accettare più le condizioni che ci vengono imposte. Sarebbe il caso di cominciare ad informarsi su come poche persone gestiscono i capitali di una intera Nazione. Dove sono i soldi che prima c’erano? Bruciati in Borsa? Non mi risulta. Nessuna tv ha parlato di un incendio in Borsa. I soldi non si bruciano, sono in tasca ai pochi li hanno ‘prelevati’, perché non penso si tratti di operazioni fortunate. Quando si realizzano enormi capitali, non è per fortuna, è che si hanno piani ed informazioni per poterlo fare. Il mondo economico si è allontanato da noi. Bene, è tempo che anche noi cominciamo a pensare di allontanarci dal mondo economico. Cominciamo a parlare con i nostri anziani, e chiediamogli come fare per vivere come vivevano loro. Si, è utopistico. Ma da qualche parte è necessario ricominciare a rivedere il nostro sistema.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: