• Visita il mio sito!

  • Annunci

Decisioni


Весна_1_мая_2007_года

Durante il corso della vita, ci troviamo spesso a dover scegliere tra qualcosa da accettare e qualcosa da non accettare. Per alcuni capita così spesso che vivono una vita piena di dilemmi. La scelta di cosa fare, di cosa decidere, ci viene proposta costantemente dalla mente, ma spesso non abbiamo capacità sufficienti per prendere una netta decisione. A dirigerci, in genere, è una base costituita dal nostro modo di pensare, considerato più o meno perfetto, e quasi mai messo in  discussione. Il nostro falso sé, ci indica soluzioni veloci, immediate, priva di una attenta analisi di quanto stiamo per scegliere. La velocità è sempre richiesta dalla nostra mente, una persona che non sa decidere velocemente, rimane indietro. Eppure, questa, è una falsa concezione. Il problema è che non abbiamo un metodo per capire cosa sia meglio per sé e cosa non lo sia. Ci accorgiamo di aver preso una decisione sbagliata quando le cose cominciano ad andarci male. I grandi Saggi dei tempi, hanno sempre insistito su alcuni punti essenziali, uno di questi è la ricerca di una calma interiore che si esprime con chiarezza anche nei pensieri e nelle scelte. Ma trovare un metodo che ci porti a vivere con questo tipo di attenzione, ci viene difficile, non perché è difficile il metodo, ma perché il metodo è da apprendere. Abbiamo difficoltà ad apprendere, e quando pensiamo di aver appreso qualcosa, ne siamo contenti, tanto contenti, che dopo qualche ora, lo abbiamo dimenticato e stiamo già cercando altro. L’applicazione del metodo, sta nella sua ripetitività. La mente ha bisogno di sentirsi ripetere il metodo, perché essendo diverso da quanto fatto fino adesso, tende a ripetere i vecchi metodi. La ripetitività del metodo, scalza il vecchio per fare posto al nuovo. Ogni volta che ci troviamo a dover fare una scelta, è necessario osservare quale delle due alternative ci dia un senso di pace e di serenità, e una volta compreso questo, applicarlo costantemente per un lungo periodo. In questo modo, la mente si corregge ed in futuro, agirà con grande semplicità e senza agitazione. Oggi si parla tanto di accettare la sofferenza, di accettare il dolore, ma si commette un grosso errore, accettare non significa doverci vivere dentro, significa soltanto prenderne coscienza, ed agire per trasformarlo in qualcosa di utile. La pace, la serenità, si alimentano con la pace e con la serenità. La sofferenza deve essere solo uno stimolo a comprenderla per non ripeterla più, ne su se stessi, ne sugli altri.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: