• Visita il mio sito!

  • Annunci

Questi nostri tempi…


 

potere-di-tutti-vs-potere-d

Ci sono epoche dove appare quasi evidente ai più che si è in piena spinta di cambiamento. Sono le epoche storiche che cambiano gli assetti dell’intero pianeta. Forze che fino a ieri erano preponderanti, perdono il dominio su vaste zone del mondo, ed altre ne prendono il posto.

Basta pensare a quanto immenso sia stato l’Impero Romano, ed a come è scomparso. A quei tempi, quando erano forti e potenti, nessuno avrebbe mai ammesso che un giorno tutto sarebbe finito.

La storia ci racconta che la decadenza dell’Impero ha cominciato a verificarsi quando l’Etica, la Morale di quella gente è venuta a mancare.

Intrighi di potere, assassinii, tradimenti, erano la regola non solo tra i potenti, ma si era diffusa anche tra il popolo. Ogni cosa aveva un prezzo, ed il potere era conquistato non per capacità politica, ma con il danaro ed il ricatto.

A corte si viveva di libagioni e di scatenate feste, ma in pochi si divertivano veramente, perché ognuno dei potenti temeva sempreun tradimento, un attentato, un veleno nel cibo, molto diffuso all’epoca.

La paura di perdere il potere era così forte, che venivano trascurate le più elementari capacità di gestione  della cosa pubblica, ed il popolo continuava ad impoverirsi.

Nella povertà, anche il popolo seguiva l’andamento dei loro governanti, vivendo di truffe, di tradimenti, di furti, di omicidi.

E così il Grande Impero si è diretto verso la propria fine. Ricchi e potenti signori, lentamente ma inesorabilmente, hanno perso ogni loro bene. Le ribellioni dei popoli hanno cominciato ad avere la meglio su un esercito che non riceveva più il tributo, lo stipendio.

Il declino è stato veloce e quello che non doveva mai terminare è terminato.

Il cambiamento si è imposto ma ci sono voluti moltissimi anni per ristabilire una  qualche forma di pace in questa parte del mondo.

Oggi, mi pare di assistere a qualcosa di molto simile. Il cambiamento è una spinta quasi palpabile. Ciò che funzionava bene fino a ieri, mi appare come diretto verso una fine, come se chiedesse a gran voce di cambiare.

Buona parte del mondo grida basta con questo sistema che si allontana sempre più dall’umano e diventa sempre più un astratta regola imposta da chi sa chi.

Un tempo si diceva ‘è scritto nella Bibbia’, ed appariva come Legge non toccabile. Oggi, ciò che è scritto nei manuali legali, e più di quanto fosse la Bibbia un tempo. Si è perso ogni contatto con l’Umano, si è diventati codici e comma. Ma vale solo per chi non ha la capacità economica o politica di servirsene.

Si parla tanto di Etica, e la si nasconde sotto quintali di menzogne. Ma quella emerge continuamente, e continuerà ad emergere finché non invaderà il mondo stesso, obbligandolo al cambiamento.

Eppure, i nostri governanti, ‘i nostri’  intendo degli stati più disparati, continuano a nascondere la verità a loro stessi, scavano nei labirinti delle loro menti per trovare soluzioni che comprendano la salvezza dei popoli, ma soprattutto la continuità al loro arrogante potere.

Mi viene da pensare che nel passato ci siano stati Uomini più grandi di questi, e che sono caduti lasciando piccole tracce nella storia.

Ma l’arroganza impedisce di vedersi per quello che si è.

Annunci

Offerta


 

2615263-statua-di-buddha-nel-tempio-cinese-altare-con-offerte

 

L’offerta è parte della storia dell’Uomo, ma è stata relegata a qualche festività che non ha più alcun senso, come poteva essere il Carnevale. Un’altra festività, dove ricordo si facevano offerte, era la notte dei morti. Si mettevano dei cibi sui davanzali e noi bambini non dovevamo toccarli. Oggi, se parli di cose del genere, rischi qualche denuncia per spreco di beni di prima necessità. J

Eppure, ho imparato a fare offerte proprio con il buddhismo, e non le trovo per niente arcaiche o superstiziose. Il dare, senza sapere chi prende, è un atto importante per la nostra stessa sanità mentale. Non possiamo dimenticare una cosa tanto importante. Possiamo dare qualcosa a un povero, possiamo dare vestiario alle associazioni, possiamo offrire anche il nostro tempo nel sociale, ma il dare, il semplice gesto di prendere un pezzetto di pane e darlo, non lo fa più nessuno o quasi.

E allora, vi propongo di farlo. Vi propongo di lasciare qualcosa a queste energie che ci circondano e di cui non siamo coscienti se non nei momenti più intensi della nostra esperienza di vita.

Lasciate un cucchiaio di minestra nel piatto, e non lavatelo subito. Lasciate un pezzetto di pane sul tavolo, o una fetta di un frutto, lasciate qualcosa a queste energie. Non morirete di fame per questo.

Immaginate di offrirlo per il bene di tutti gli esseri che hanno bisogno, oppure alle anime che non hanno trovato la via della luce e vagano sulla terra. Immaginate di offrirlo, e che sia abbondante, e che basti per tutti, moltiplicandosi come per magia.

Provate a dare senza chiedere nulla in cambio. Le energie che si libereranno non sono controllabili da voi, si muoveranno da sole. Fate questa ‘donazione’ anche pensando che nutrirete i ‘bambini’ di questi esseri, che cresceranno sereni. Non ha importanza che ci crediate veramente, ha importanza che l’atto sia fatto.

Non so se nutrirà veramente questi esseri, ma so che aiuterà noi stessi, e quindi stiamo agendo per il bene di tutti gli esseri, perché il bene fatto, si diffonde naturalmente ovunque.

A cosa serve fare tutto questo? Serve a metterci in armonia con energie che trascuriamo costantemente, energie che si possono liberare ed essere utilizzate per altri scopi, per il nostro benessere.

Capisco che possono apparire come cose antiquate o di superstizione, ma provate a farlo e cercate di sentire se dopo vi sentite meglio. Se vi fa bene, e non fa del male a nessuno, perché non farlo? J

Fantasia


janas

La fantasia è qualcosa che un tempo avevano in pochi. Nell’ottocento, fino ad inizio del novecento, era considerata un capacità che pochi avevano. Era qualcosa che veniva visto più come un ‘dono’ che come un qualcosa che tutti potevano possedere. Infatti era appannaggio di pittori, musicisti, scrittori, artisti di vario genere, ma non per tutti. Oggi sappiamo che la fantasia è qualcosa che tutti possediamo e che tutti possiamo utilizzare. L’utilizzo della fantasia, spesso, ci aiuta a liberarci dalla tensione. Ti rilassi, ti immagini qualcosa di piacevole e ti lasci andare per un po’ in questa dimensione che nella realtà non esiste. Ma si va anche oltre. Con l’avvento del positivismo, nella corrente della crescita personale, la fantasia è diventata un mezzo per comprendersi e per comprendere quali sono i nostri bisogni interiori. La fantasia infondo, non è che  un sogno ad occhi aperti che facciamo viaggiare secondo i desideri del momento. Ma ha in influsso benefico su noi stessi. Spesso, viaggiando, immagino una storia, la sviluppo, la riempio di significati e la concludo sempre con una grande enfasi alla positività del futuro. E’ un mio modo, ma sono certo che tantissimi di voi, viaggiando in auto, o in altro modo, si lasciano andare a fantasie che portano a considerazioni personali di una certa profondità. E’ diffusa la fantasia di un mondo senza guerre, ma è difficile da riportare nella società. Il fatto stesso però, che si pensi in questi termini, è già un incrementare nel mondo, l’energia della pace. Questo almeno è quanto promette la Fisica Quantistica. Ma c’è anche una fantasia più elaborata, che è quella chiamata Fantasy, e racconta una storia inventata ma che si rifà a qualcosa di già esistente. Si entra in un mondo attraverso una porta esistente, e si trasforma ciò che è in ciò che potrebbe essere stato. Naturalmente, i canoni della scrittura fantasy sono presenti, e così troviamo maghi, stregoni, creature negative e positive e così via. Lo scopo di scrivere un romanzo fantasy è quello di guardare ad una storia con occhi diversi, inserendo in essa quanto ci appare importante per trasmettere un messaggio, che può essere anche e soltanto, il desiderio di ringraziare un terra che ci ha ospitati fino adesso. In Janas, Uomini e Giganti, troverete una bella avventura ambientata nelle antiche terre della Sardegna, ma troverete anche il mio ringraziamento ad un Terra così colma di energie di cui non posso più fare a meno. E’ veramente una Terra Fantastica. Grazie!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: