• Visita il mio sito!

  • Annunci

Nuove scoperte


I miei Tutor: Andrew Lewis e Gary Craig

I miei Tutor: Andrew Lewis e Gary Craig

Una visione particolare del nostro essere nel mondo, l’ha data uno scienziato americano, con ricerche nel campo della biologia. Siamo un po’ tutti abituati a definire il DNA come la memoria centrale della nostra vita. Tutto ciò che siamo, risiede nel DNA. Il nostro modo di essere è trasmesso da questi geni, e, infatti, la genetica studia anche i comportamenti fisici del nostro corpo in rapporto alle possibilità che abbiamo di contrarre la stessa malattia genetica dei nostri genitori.

Ma le scoperte di questi ultimi anni, hanno spostato l’attenzione su un altro punto. Con la Fisica Quantistica, molte teorie sono cambiate, ed anche in questo caso, ha contribuito a gettare nuova luce sul nostro mondo.

L’attenzione si è spostata da un punto di vista puramente materiale, a un punto di vista energetico. Si è dato credito, attraverso esperimenti, all’esistenza di un ‘campo’ esterno alla nostra esistenza, cosa che un tempo era separato: Democratus, con il sistema materialista, ha avuto sempre la parte più importante nella scienza, mentre Socrate ha avuto importanza nella spiritualità.

Con questa scoperta, le due vie hanno trovato un punto d’incontro. Secondo queste scoperte, ciò che dà l’impulso al DNA di agire sulla nostra esistenza, non è un’attività fisica del corpo, ma è l’influenza dell’esterno.

Ciò che è energia e che ci circonda costantemente, così com’è parte dell’intero Universo, influenza il nostro DNA e di conseguenza tutte le cellule del nostro corpo.

Il mondo definito ‘vibrazionale’ è stato preso in considerazione dalla scienza moderna.

Le vibrazioni esterne influiscono sul nostro corpo e sulla nostra mente. Questa scoperta ha dato vita a una nuova branca della genetica ed è chiamata EPIGENETICA, ovvero, sopra la genetica.

Così, se prima al primo posto c’era il DNA, adesso c’è questa energia vibrazionale.

Questa scoperta sta apportando moltissime novità in campo curativo, ma rimane ai margini del suo utilizzo perché non esistono medicine vibrazionali, e quindi, le lobby della medicina, boicottano queste scoperte perché non si possono vendere prodotti.

Secondo alcuni scienziati, con questa conoscenza si può arrivare ad auto curarsi con la forza di volontà e con la conoscenza di come muovere queste energie.

Personalmente sono venuto a contatto con queste teorie attraverso il corso di EFT, Emotional Freedom Tecniques, dove ho preso il diploma di operatore. Sto operando, anche se non a tempo pieno, in questo campo, e sto avendo dei riscontri di guarigione che spesso sorprendono anche me.

Se scienza e spiritualità s’incontrano, il mondo ci guadagna.

Forse non ci guadagnano le lobby, ma le persone ne hanno un grande beneficio.

Nel corso La Coscienza del Sole, insegno anche tecniche di EFT che si possono fare da soli, e questo forse è il motivo principale per cui non si riesce a farne una fonte di guarigione importante: Una volta appreso, non hai più bisogno di me, e quindi non devi pagare per sempre. 🙂

Annunci

Ciò che conosce la mente


 

 mandala

La mente, con i suoi pensieri, e con tutti i suoi aggregati, è l’unica cosa che percepisce. Ciò che ci circonda è percepito, noi non siamo percepiti dalla terra, dal fuoco, dall’acqua o dall’aria. Siamo noi che percepiamo ogni cosa. In effetti, i cinque elementi che ci contengono e che ci danno vita, non percepiscono nulla. Il fuoco non ci sorride quando ci scaldiamo, sorride la nostra mente per il piacevole tepore che prova il corpo, e così è per gli altri elementi. E quindi, a meno che nel corpo non vi sia una mente pensante, nemmeno il corpo percepirebbe nulla. Allo stesso tempo, nemmeno i nostri cinque sensi percepiscono qualcosa. Perché se dietro di essi non vi fosse una mente, non percepirebbero nulla. Così si realizza che senza una mente, l’intero mondo, l’intero universo, sarebbe del tutto vuoto, o meglio, non essendoci nulla che lo percepisce potrebbe esistere e non esistere perché nulla starebbe a stabilire tutto questo. Potrebbe esistere la materia, ma la materia non conosce, è conosciuta solo da una mente. Quindi risulta che c’è solo una cosa più importante della mente ed è la Natura della Mente, la natura del Buddha. Tutti gli esseri senzienti, insegna il Dharma, hanno la natura del Buddha. In tutti gli esseri senzienti, anche il più piccolo. Questa Natura è in ognuno nella stessa qualità e quantità. Il Buddha non ha qualità di buddhità o quantità superiore a nessun essere senziente. La Natura di Buddha è identica in tutti gli esseri senzienti. Questo concetto è duro da comprendere, ma questo viene insegnato nel Dharma. La differenza la fa la mente dell’essere, la mente pensante, la mente che si regge sul pensiero dualistico. Ogni differenza da questo stato è dato dalla nostra capacità di essere vicini o distanti dalla nostra reale Natura. Più ne siamo lontani, più viviamo vite che ci appaiono povere, sia di spirito che di materialità. Più siamo vincolati al dualismo più siamo lontani dalla nostra Natura. La meditazione deve portare a comprendere la nostra Natura, serve per questo. Non si può comprenderla subito, perché come scrivevo in precedenti post, dobbiamo prima liberare la mente ed il karma che ci impedisce di sperimentarla, ma questa è la via per aprici alla buddhità.

 

 

 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: